Un piccolo bilocale in una classica casa Milanese, acquistato da un cartografo, è stato completamente riqualificato e ristrutturato creando, con l’eliminazione della parete divisoria tra la zona giorno e la zona notte, un piccolo open-space.

Date le dimensioni ridotte dell’unità si è optato per la creazione di un locale unico che garantisse una maggiore apertura visiva e che aumentasse la sensazione di ariosità e di luminosità.

L’elemento cardine dell’intero progetto è costituito dalla scrivania fissa in posizione centrale utilizzata del committente come postazione di lavoro e, che garantisce anche una seppur minima separazione visiva oltre che funzionale tra le due zone dell’openspace (zona giorno e zona notte). Altro elemento cardine è costituito dal grande mappamondo realizzato basandosi sulla proiezione di Peirce-Quincuncial sulla parete principale della zona notte. 

L’utilizzo del parquet chiaro, delle tinte bianche a parete, sui serramenti e sulle porte, e l’utilizzo della porta senza stipiti creano una visione unitaria dell’intervento e delle linee principali che caratterizzano l’intero progetto.

Completa l’intervento, la riqualificazione totale del bagno con, in questo caso, l’utilizzo di un materiale in forte contrasto rispetto a resto del progetto e con l’eliminazione della precedente vasca e l’inserimento di una nuova doccia più funzionale e contemporanea. 

Progettazione: 2014
Realizzazione: 2014
Località: Milano
Superficie: 45 mq
Importo: 25.000,00 €

Per questo progetto l'architetto ha scelto