Questi i presupposti di una casa, di circa 90 mq + 150 mq di giardino, in zona Casal Palocco (Roma): seriale poiché facente parte della tipologia a schiera ma allo stesso tempo unica, con una sua identità. La distribuzione dell’appartamento è canonica ed avviene in quattro sezioni:
il corridoio separa l’appartamento in zona servente (bagno e cucina) e zona servita (soggiorno, camere, giardino); a metà corridoio, una porta a scomparsa, crea la classica suddivisione in zona giorno e zona notte. Varcando l’ingresso, la percezione della luce e del bianco potente ricettore di ogni altro colore, dalle pareti, dalle porte, dagli arredi presenti si contrappone al grigio opaco in resina, del percorso-corridoio, quasi a simulare “l’asfalto di una strada”. Il ritmo ed il colore, neutro, ove presente, e appena accennato, sono disegnati da una boiserie contemporanea in vetro lucido che riveste parzialmente le stanze (colore grigio-celeste per lo spazio servente e grigio-oliva per quello servito), per poi svoltare sul corridoio a cui rivelarne, a porte chiuse, l’essenza; non è un trattamento fine a se stesso ma atto anche a segnalare i numerosi incassi di porte scorrevoli Scrigno presenti.

Le porte, tutte della linea Essential, sono bianche e fuori misura (2.70 m), dischiuse, quando non servono, scompaiono del tutto, evocando in qualche modo un’idea di leggerezza e di linearità, a volte, inattesa e inusuale. La porta-diaframma della cucina, totalmente trasparente, può scorrere a chiudere e non interrompere mai la visione di continuità con il soggiorno, il deck e il giardino adiacenti ricordando che “mangiare è una cosa seria”.

Gli arredi di famiglia, inseriti uno per ogni ambiente, posizionati per essere specchiati, riflessi e riletti, attraverso la luce e la materia, si raccontano con ironia. La boiserie, visibile da ogni zona della casa, dunque, rimane un trait d’union che comunica continuità spaziale attraverso rimandi visivi: interno/interno, interno/esterno. La materia, vetro all’interno/peperino all’esterno, crea contrasti tramite il relativo comportamento con la luce risultando: leggera-pesante, lucida-opaca, riflettente-assorbente. L’ambizione è donare equilibrio ed un auspicio di benessere che resti impresso nell’animo.

Identità. Ritmo. Equilibrio. Cas/al/Palocco
Roma, Casal Palocco, cintura pontina della capitale. Nell’eterogenea città diffusa, tipica del suburbio romano, Nicola Auciello si occupa di un intervento di ristrutturazione per una casa da 90 mq con giardino.

Un impianto distributivo tipico degli anni ’70. Una Committente affittuaria. Una ristrutturazione totale. Un vincolo: applicare il minimo stravolgimento planimetrico. Una scommessa (in fase progettuale): svelare l’identità delle singole stanze (spazio intimo) ad un ipotetico passaggio-corridoio (spazio condiviso).

Per questo progetto l'architetto ha scelto